Come risolvere il flusso dei migranti dalla Libia? Fornire risorse con il rischio che terminino nelle mani di milizie che non rispondono a Serraj? Predisporre finanziamenti in cambio di contenimento creando una situazione di ricattabilità?

La soluzione migliore sarebbe quella di mediare una larga intesa con Serraj e Haftar, operazione tutt’altro che semplice, magari con l’aiuto della Russia, che pare voler assurgere a un ruolo diplomatico.

Anche la Tunisia è da tenere in considerazione. Nonostante dalle sue coste partano pochissimi migranti e sia considerata come l’unico paese dove la primavera araba abbia avuto successo, ha forti problemi economici che favoriscono la radicalizzazione soprattutto nelle regioni interne.

Questi gli argomenti toccati nel corso di un’intervista a Radio inBlu (il podcast manca della parte iniziale)

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome