“L’Italia non deve sentirsi minacciata dall’azione di Haftar ma deve percorrere una strada importante e cioè quella di valorizzare la sua posizione con gli attori di Tripoli: la posizione di forza che in questo momento ha nell’ovest del Paese, riconosciuta anche dal presidente Trump durante l’incontro con Conte”.

l’intera intervista è disponibile su Formiche.net >>>

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome