“Sembrava che l’annunciata mossa a tenaglia verso Tripoli potesse essere un atto dimostrativo per acquisire ulteriore potere in vista della Conferenza di Ghadames del 14 e 16 aprlie. Ora sembra che Haftar sia realmente intenzionato a marciare sul suo obiettivo con la possibilità  di scontri anche molto cruenti contro le potenti milizie di Misurata che in queste ore si stanno dirigendo a Tripoli. Gli organismi internazionali stanno lavorando freneticamente  per trovare una mediazione in extremis, ma non è detto che riescano a trovarla.”.

L’intera intervista è disponibile su Tiscali >>>

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome