Raid egiziani e G7: cosa cambia in Libia?

Dopo la rivendicazione da parte dell’Isis dell’attentato contro i copti in Egitto, al Sisi ha reagito con raid in Libia sostenuti anche dal generale Haftar: è destinata a salire la tensione tra Egitto e Libia?

Gli accordi tra Serraj ed Haftar che potevano emergere dall’incontro del 2 Maggio ad Abu Dhabi sono destinati a cadere nel vuoto ora?

La situazione di anarchia che si è creata in Libia è stata confermata dai legami tra Salam Abedi – il terrorista di Manchester – e il jihadismo libico. Qual è la situazione oggi nel Paese?

Dopo il G7 cambia qualcosa per la Libia?

Di questo e altro ho parlato con Daniel Moretti a Radio Cusano.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Europa nella morsa del covid – Giochi sporchi sulle frontiere

Guerra e Pace, la puntata del 19 novembre 2021. Ospiti Michela Mercuri, Walter Ricciardi, consulente Ministero della Salute e Alberto Negri.
>>>

Migranti, il nodo Libia

https://youtu.be/FG6qoKIgmSM
>>>

LIBIA/ “Haftar in campo, il vero scopo del voto è mettere le mani sul petrolio”

È una mossa che conferma come il paese, nonostante quello che tutti avevamo sperato dopo la nascita del governo unitario di Dbeibah,...
>>>

Con o senza il “fantasma” di Bouteflika, l’Algeria resta sull’orlo del baratro

L’ex presidente algerino Abdelaziz Bouteflika è morto ieri all’età di 84 anni. Lo riporta la tv di Stato algerina, citando un comunicato...
>>>

AFGHANISTAN/ “Grazie a Biden l’Isis ha di nuovo una base per tornare in Siria e Iraq”

Nei fatti l’esercito afgano e soprattutto le forze di polizia non avevano raggiunto la capacità di organizzare atti difensivi e offensivi in...
>>>