Il dopo-Bouteflika al bivio tra golpe e modello tunisino

Si parla di “golpe soft” in Algeria. Chi detiene il potere in questo momento di transizione?

In questo momento sicuramente il volto del potere è rappresentato dai militari. Esiste un’alleanza strategica tra i vertici militari che non sono stati epurati da Bouteflika e il partito al potere nonché esponenti dell’economia. I militari avranno il compito di gestire la transizione. Dal punto di vista formale il presidente del Consiglio è Noureddine Bedoui che ha governato anche lui per anni, ma chi ha reso possibili le dimissioni di Bouteflika è stato l’esercito.

leggi l’intera intervista su ilsussidiario.net >>

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

La Libia e i migranti

https://youtu.be/7_aq6vxf8Mg
>>>

Naufragio Mediterraneo

Giovedì 15 luglio, ore 18.00 - Circolo Sottufficiali Marina Militare, via Tor di Quinto 111, Roma
>>>

Caos Libia

Guerra e Pace, la puntata del 25 giugno 2021. Ospiti di Antonio Soviero: Alberto Negri e Michela Mercuri.
>>>

Il futuro della Libia

https://youtu.be/2U4QEvRlxwo
>>>