Tra Tripoli e Tobruk spunta Gheddafi jr. ma l’Italia è tagliata fuori

Al Cairo i temi principali sono elezioni e processo costituzionale sotto l’egida delle Nazioni Unite. Quanta importanza reale rivestono questi colloqui rispetto alla situazione in Libia?

I colloqui intra-libici che si tengono al Cairo e che si sono svolti anche in altri paesi come il Marocco sono fondamentali per tenere aperto un canale di dialogo fra l’est e l’ovest della Libia e anche per cementare i  piccoli passi compiuti come il cessate il fuoco e la ripresa della produzione di petrolio. Colloqui importanti anche pensando alla prossima conferenza di Ginevra, che vedrà la partecipazione di diversi attori internazionali.

Quanto Haftar e Serraj sono realmente coinvolti? Soprattutto Haftar gioca un ruolo ancora determinante o non più, come sostengono alcuni osservatori?

Serraj ha dato formalmente le dimissioni, ma il possibile avvicendamento potrebbe scatenare malcontento, perché suscita l’appetito di molti che vorrebbero entrare nel nuovo consiglio presidenziale. Non sarà semplice, ci sono divergenze non solo fra est e ovest del paese, ma anche all’interno degli stessi due blocchi. A ovest si assiste allo scontro fra esponenti, come il primo ministro, vicini alla Fratellanza musulmana e personaggi più moderati. A est sussistono problemi su chi dovrebbe essere l’attore dominante fra il presidente della Camera dei rappresentanti di Tobruk, Aguila Saleh, e Haftar.

leggi l’intera intervista su ilsussidiario.net >>>

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Nuovi spiragli di pace in Libia e nuovi spazi per l’Italia?

Dopo anni di tensioni e 17 mesi di guerra, potrebbe (il condizionale è d’obbligo) aprirsi qualche spiraglio per un processo di stabilizzazione...
>>>

Primavere arabe, dieci anni dopo

Dieci anni fa, con le primavere arabe, Nordafrica e Medio Oriente respiravano aria di democrazia e cambiamento. Dieci anni dopo, in alcuni...
>>>

Armi, petrolio e influenze: il piano di Macron da Haftar a Serraj

Hanno fatto molto scalpore le parole pronunciate dal presidente francese Emmanuel Macron durante la recente visita all’Eliseo del presidente egiziano al-Sisi: “quella tra...
>>>

Che succede in Libia?

Dal crollo del regime di Gheddafi abbiamo assistito all'implosione della Libia, flagellata dalla violenza e dall'instabilità. C'è speranza che questo paese ritorni...
>>>

L’Italia deve ridefinire le alleanze in Libia

Professoressa Mercuri, la Libia torna all'attenzione della pubblica opinione internazionale. Fermo restando che era doveroso portare a casa i nostri pescatori, alcuni...
>>>

Rivolte verso il peggio

Albert Camus, nell’incipit del suo libro l’Uomo in rivolta diceva «La rivolta è una negazione che afferma È un No che libera...
>>>