il sussidiario

Imprese, Francia e migranti: 3 scommesse per il governo

Il presidente della Camera dei rappresentanti della Libia, Aguila Saleh, ha confermato il suo pieno sostegno all’organizzazione delle elezioni il prossimo 24 dicembre....
>>>

Fiducia al governo, ma resta l’incognita Haftar-Emirati

Una votazione, quella che si è tenuta, segnata dall’accusa di corruzione nella elezione di Dbeibah come premier, secondo l’Onu. È un segnale che il...
>>>

Gli errori del governo regalano l’Italia a Turchia e Tunisia

“Il contributo italiano è indispensabile per mettere ordine nelle molteplici contese” del Mediterraneo, ha detto Di Maio: davvero l’Italia gioca ancora un ruolo...
>>>

Tra Tripoli e Tobruk spunta Gheddafi jr. ma l’Italia è tagliata fuori

Al Cairo i temi principali sono elezioni e processo costituzionale sotto l’egida delle Nazioni Unite. Quanta importanza reale rivestono questi colloqui rispetto...
>>>

Tornano gli Usa per fermare la Russia, ma Erdogan è ancora vincente

Più che per l’aspetto energetico credo che il rinnovato attivismo di Washington in Libia sia da addebitarsi alla Russia. Questo perché per gli...
>>>

Gli errori dell’Italia accelerano la resa dei conti tra Emirati e Turchia

Sembrava che i russi almeno parzialmente si fossero ritirati dal conflitto, cercando di tenere un atteggiamento più bilanciato verso le due forze...
>>>

Le mosse di Russia e Francia davanti al fallimento di Haftar

L’autoproclamazione di Haftar a guida unica della Libia avviene in un momento in cui le truppe di Serraj, grazie al sostegno militare...
>>>

Conte vede Haftar ma non Serraj: il governo ha bluffato

Il doppio vertice, mancato, di Conte con Haftar e Serraj è uno dei punti più bassi toccati dalla diplomazia italiana. L’obiettivo era...
>>>

Haftar perde la partita del petrolio e ora Macron ci riprova con Serraj

Che significato hanno le parole di Sarraj all’Onu, che ha parlato per la prima volta apertamente di interferenze facendo anche il nome...
>>>

La crisi economica dà più forza ai fondamentalisti

Al centro del dibattito elettorale, l’ampliamento dei poteri del capo dello Stato, ridimensionati dopo la rivoluzione del 2011. Chi è che vuole...
>>>

Se il governo abbandona l’Eni, l’Italia ha chiuso

Che importanza ha questo incontro tra l’amministratore delegato di Eni e Sarraj? Come è possibile che la nostra azienda non solo continui...
>>>

Il dopo-Bouteflika al bivio tra golpe e modello tunisino

Si parla di “golpe soft” in Algeria. Chi detiene il potere in questo momento di transizione? In questo momento sicuramente...
>>>
Michela Mercuri